FLUO Babesia bigemina

Kit IFA per la ricerca degli anticorpi IgG anti-Babesia bigemina.

Specie: bovini

Metodo: immunofluorescenza

Ricerca: anticorpale

campioni: siero e plasma

Lettura risultati: visiva con microscopio a fluorescenza

Formato: 10 vetrini, 50 vetrini, kit completo

ISTRUZIONI DEL TESTACQUISTA Fluo Babesia bigemina

Patogeno

Babesia bigemina

La Patologia

La Babesia è un genere di sporozoi piroplasmi appartenente alla Famiglia Babesiidae, se ne conoscono oltre 100 specie.

Le Babesie utilizzano come vettore di trasmissione le zecche. Inducono la lisi eritrocitaria quindi anemia emolitica, i danni a carico dei reni sono importanti dando necrosi tubolare, depositi e emoglobina ed edemi. I sintomi includono forte febbre, malessere e anemia in alcuni casi sono stati registrati nausea, vomito, ematuria, eccessiva sudorazione e può anche essere presente epatosplenomegalia. Le Babesie dopo una prima infezione vengono neutralizzate degli anticorpi igG piochè memorizzate dal sistema immunitario. Numerosi vaccini sono stati creati per la Babesiosi veterinaria, il più efficace è quello con agenti vivi attenuati ma si sta studiando un vaccino ricombinato.

La Babesia bigemina, nei bovini,  causa la babesiosi, chiamata anche “febbre del Texas”.