FLUO Anaplasma ph. horse

Kit IFA per la ricerca degli anticorpi IgG anti-Anaplasma phagocytophilum

Specie: cavallo

Metodo: immunofluorescenza

Ricerca: anticorpale

campioni: siero e plasma

Lettura risultati: visiva con microscopio a fluorescenza

Formato: 10 vetrini, 50 vetrini, kit completo

ISTRUZIONI DEL TESTACQUISTA Fluo Anaplsma ph. horse

Patogeno

Anaplasma phagocytophilum

La Patologia

L’anaplasmosi granulocitaria equina è una malattia causata dal batterio Anaplasma phagocytophilum (precedentemente noto come Ehrlichia phagocytophila ed Ehrlichia equi) che infetta i globuli bianchi e viene trasmessa da zecche del genere Ixodes. L’anaplasmosi è una malattia ubiquitaria  e la sua presenza dipende dalla distribuzione geografica del vettore che la trasmette.

L’A.phagocytophilum è un batterio intracellulare obbligato gram-negativo, che si localizza per lo più nei granulociti neutrofili, ma anche, in rari casi, nei granulociti eosinofili.

Il periodo di incubazione è di 3-14 giorni. I sintomi clinici comprendono debolezza generale con febbre che può durare anche fino a 10 giorni, anoressia, letargia, edema agli arti, petecchie, ittero, sofferenza muscolare, riluttanza al movimento e atassia.

La severità dei sintomi varia con l’età e con la durata della malattia. Nei cavalli più anziani i sintomi si presentano in modo più aggressivo rispetto a quelli più giovani.

Il decorso della malattia varia da 3 a 16 giorni; l’infezione può essere autolimitante anche in soggetti non trattati; i rari casi di morte sono in genere associati a coinfezioni o ad infezioni secondarie. I cavalli guariti sviluppano una immunità di almeno 2 anni e non diventano portatori sani.